mercoledì 30 gennaio 2013

...tutto si trasforma.

Oggi per certi versi termina la nostra avventura al Nelson Mandela Forum, o meglio, termina un ciclo che sicuramente proseguirà trasformandosi...

Iniziammo così: il 19 settembre del 2008, in concerto con Gianna Nannini




siamo andati avanti concerto dopo concerto spillando birra



servendo caffè




e panini...anche se con un bancone non tanto a norma...
 



Ma poi abbiamo provveduto!



eccome!





Negli anni, qualcuno si è fermato a fare due chiacchiere con noi...

Fiorello



Giorgio




 Riccardo




e altri hanno preferito l'uscita di "sicurezza"...




Abbiamo collaborato con entusiasmo con le scuole professionali




all'occorrenza abbiamo aggiunto un posto a tavola...




e cucinato per le donne Ndebele (che non siamo noi:)




Non ci ha spaventato quasi nulla




neppure la "carica dei cinquecento"!




Ogni anno gli amici del pattinaggio ci hanno regalato grandi emozioni con la loro spontaneità e professionalità



e catering su catering ci siamo impegnati per crescere e dimostrare al mondo che lavorare è possibile, anche quando il galateo - e non solo - detta certe regole!



Abbiamo servito Birra a "secchi" per Vasco




tutto con tanto impegno e sacrificio, ma sempre sorridendo!




Per adesso vi salutiamo così...










www.at21.it

6 commenti:

  1. veramente...spettacolare. Queste piccole cose trasformano il mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce lo auguriamo, perché ce n'è veramente bisogno...

      Elimina
  2. E vedrete quando ci trasformeremo in supereroi... o lo siamo di già?
    No forse ci siam trasformati in funamboli, dati i salti mortali che ogni giorn toccano quando ad uno, quando ad un altro.
    Con treni che partono e non ti aspettano,
    con treni che arrivano e non ti aspetti,
    con treni che a volte puntuali fanno sì che in poche ore si possa essere in tv e poi in un baleno, a riprendere a combattere con i problemi, le ingiustizie, le discriminazioni, e il premio per tutta questa fatica sta proprio qui, negli occhi dei nostri figli, ma a volte si può trovare anche sull'Abeetowen.... che può essere un posto dove andare a sciare, oppure un cantante, ma no, non era il cane San Bernardo del film.... A... beetowen, ma dove sei?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e magari cambiare due Hotel nella stessa notte, entrare nella camera sbagliata nel momento sbagliato, e forse anche nell'albergo "molto sbagliato", non chiudere occhio, non aprire bocca, non respirare, non deglutire, forse non esistere...e riuscire a dire ai tuoi figli: "Tutto a posto!" :-))

      Elimina
    2. Sono le magie che sanno fare le ombre.
      Cinesi?
      No, ombrave.

      Elimina
  3. Si "Tutto a posto", ma soprattutto dobbiamo imparare a non avere paura. La vita ci riserva fatiche che non ci immagineremo e che ci sembra impossibile, a posteriori, essere stati in grado di superare. Ma forse la magia sta proprio in questo! Ricordare, per ricominciare e proseguire la stessa strada che vi porterà a consumare la vostra candela, e quando la luce starà per svanire, ecco che come per incanto tutto quello che avrete fatto e anche se non lo ricorderete si illuminerà come in un film in cinemascope, e quando tutto sarà terminato, il pubblico che avrà assistito allo spettacolo, applaudirà e vi dirà "Bravi".
    Il premio sarà sentirsi dire dal Padre, "Tutto a posto".

    RispondiElimina